lunedì 8 settembre 2008

divisioni

lezione di aritmetica elementare
la divisione è l'operazione aritmetica inversa della moltiplicazione. se

a x b = c

si ha che

c : b = a

a = quoziente
b = divisore
c = dividendo

proprietà - se a, b e c sono maggiori dell'unità (per completezza, è sufficiente che b > 1), il risultato della divisione (quoziente) è sempre strettamente inferiore sia del divisore che del dividendo.

esempi

destra : sinistra
cittadino : politica
lavoratore : dirigente
nord : sud

5 commenti:

G.M. ha detto...

Scusami Gianni, pensavo di esserci...ma poi mi sono perso la A!

Potresti spiegarmi? (In umanesimo matematico non sono un falco!) Grazie

G.M. ha detto...

E invece ci sono arrivato da solo!

Ci ho messo un po', ma da vero netfuturista.....

aggiungo:

Uomo - dio

Giovanni Getto ha detto...

nessun problema: siamo un gruppo proprio per aiutarci nei rispettivi campi!
è una piccola incursione lessicoscientifica in campo sociale: il risultato di una divisione non è mai maggiore delle singole parti che prendono parte alla divisione. ovvero: la divisione non conviene a nessuno!
chiaro in aritmetica
chiaro nelle scienze sociali
eppure...

Filippo C. Battaglia ha detto...

Bei versi, ti consiglio la lettura del poeta sloveno Srecko Kosovel, in particolare la raccolta Kons, dove nel suo costruttivismo estremo si bagna le mani rapide di futurismo. Me lo hai ricordato, non poco.
Un personaggio devastante Kosovel, bruciato rapido a ventidue anni ma in grado di bombardare la rima e far saltare il concetto. Un razzo lo definirei.

Giovanni Getto ha detto...

ciao filippo, ho dato un'occhiata nella rete a kosovel, che non conoscevo prima della tua segnalazione (vengo dal mondo dei numeri io!) mi sembra interessante già ad una prima occhiata, merita di essere approfondito.