mercoledì 29 ottobre 2008

la fine

morte. silenzio. buio. notte. conclusione. termine.

ohhh. che brutto che senti che suono che terribile che sgomenta!!!
|
V
!vigliacco! nella fine c'è l'inizio, l'eterno recupero, il movimento, la turbolenza attorno alla quale si attorciglia la vita l'eternità e la perfezione.

solo una cosa non ha fine: il nulla!
l'eterno perpetuarsi del nulla.
il nulla non cambia mai.
la massima aspirazione delle religioni

L A S T A S I
+ RIP + ++ + + + + + + + + RIP + + + + ++
+ + + + + + + + + ++RIP + RIP + ++ + + +

quando pensi a una cosa-qualunque-essasia
pensa all'inizio <--la cosa--> alla fine

se pensi all'oncologia la sua fine è la cura del cancro
SOGNA che l'oncologia un giorno finisca e un mare di primari
vada a fare il commesso al supermercato
SOGNALO perché anche loro non vedono l'ora

la fine della politica è l'anarchia
una società a cui non servono leggi
perché ognuno è rispettoso di sé stesso, degli altri e del tutto
anche gli uomini della politica
la notte nella loro cameretta
prima di chiudere gli occhi
si trastullano desiderosi al pensiero
che presto finiranno casalinghi ad aspettare
a casa le mogli che tardano al lavoro
è la cosa che più desiderano!

la fine dell'economia è il benessere
vedo gli sguardi persi di tanto in tanto
degli agenti di borsa
che segretamente SOGNANO di >finire<
il loro lavoro garantendo benessere a tutti

la fine del net.futurismo è l'uomo nuovo
quand'ancora è feto in grembo
IO ne SOGNO la fine
un mondo popolato di uomini nuovi
individui nuovi leggeri come la luce
forti come l'acciaio veloci come il pensiero
un solo spirito una sola mente
quel giorno noi andremo a vendere
caldarroste in piazza del popolo
la nostra FINE
ciò che desidero di più

6 commenti:

Leo Bulero ha detto...

Formidabile la prima parte, interessante l'espressione transumana della conclusione.
Spianiamo la strada all'uomo nuovo, finchè si può, prima che involva.

Antonio Saccoccio ha detto...

l'uomo nuovo è già vivo. pulsa tra queste pagine sul web.

la sua fine è lontana. come lontana è la fine del net.futurismo.
per fortuna.

per fortuna?????

Paolo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giovanni Getto ha detto...

@leo
il net.futurismo è ottimista fino alla pazzia! l'involuzione dell'uomo è ad uno stato gravizzimo già adesso, ma non ci facciamo prendere dallo sconforto, anzi ci sia da sprone. l'applicazione (nella seconda parte) è per mostrare che ciò che può sembrare un ragionamento ovvio, una volta applicato, sembra quasi paradossale, eppure non perde il suo stato di VERITA'. l'unico modo di vivere coerentemente il proprio successo è di rifiutarne la gloria.

@antonio
già. (s)fortunatamente c'è tantissimo lavoro da fare e vedere la fine quando non è ancora l'inizio forse è chiedere troppo. ma quando mai ci siamo limitati? cominciamo un progetto di cui riusciamo a prevedere tutte le fasi, fino all'ultima.

@paolo
tutti a vendere caldarroste, paolo! almeno ci facciamo compagnia. quel giorno a comprare ci saranno solo uomini nuovi, non penseremo al freddo, ai pochi soldi o alla disgrazia, piangeremo commossi per l'enorme rivoluzione che abbiamo messo in moto. la pace?!? ma quale pace! neanche da morto. l'evoluzione verso la perfezione non ha una fine che ci sia dato di sapere. come quando scali una montagna: passata una vetta, ce n'è sempre una più alta. vuoi sapere cosa succederà quando saremo in quella più alta di tutti? ce lo diremo quando ci saremo.

Paolo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
G.M. ha detto...

Grandissimo GIANNI!!!!

UN pezzo fenomenale!

Tutto qua!